La Cooperativa Teatro Alkestis è un centro di ricerca che dal 1983 opera a Cagliari, nel campo della sperimentazione teatrale, pur nascendo come compagnia nel 1973 e rappresentando, di fatto, una delle più antiche realtà teatrali della Sardegna.

I suoi settori di intervento vanno dalla produzione e distribuzione di propri spettacoli, alla programmazione di seminari teorico-pratici per la formazione degli attori, all'educazione teatrale nelle scuole, all'organizzazione di spettacoli e rassegne di cinema sul teatro, attività tutte che hanno contribuito in modo determinante a caratterizzare l'offerta espressa in Sardegna in questo settore.

La Cooperativa Teatro Alkestis ha lavorato nel biennio 1983/84, in collaborazione con l'Istituto di Storia del Teatro e dello Spettacolo dell'Università di Roma e con le facoltà di Lettere, Filosofia e Magistero delle Università di Cagliari e Sassari, ad un progetto di ricerca sugli antichi rituali che è sfociato in due importanti seminari: La cerimonia e il Teatro e La via del cuore, con la proiezione in prima assoluta del documentario Il mondo dei Danzatori Dervisci della Turchia, girato e prodotto dalla Cooperativa Teatro Alkestis.

In questo progetto, frutto di una ricerca durata tre anni e durante la quale i ricercatori dell'Alkestis sono andati in giro per il mondo alla ricerca di "maestri" in grado di poter trasmettere discipline e rituali, sono intervenuti:

- Ferruccio Marotti, il maggior studioso di Antropologia Teatrale in Italia, direttore dell'Istituto di Storia del Teatro dell'Università degli Studi di Roma, che ha presentato alcuni documentari da lui girati in Grecia ed in India sui riti di possessione "La danza degli Anastenari" e "Bauls, danzatori folli del Bengala";

- Anna Masala, H.C. Università di Istambul, docente di Lingua e Letteratura Turca presso l'Università degli Studi di Roma "La Sapienza", massima esperta a livello internazionale dei Dervisci;

- Gigi Livio, docente di Storia del Teatro presso l'Università degli Studi di Cagliari;

- Leonardo Sole, docente di Storia del Teatro presso l'Università degli Studi di Sassari;

- Gianfranco Capitta, giornalista de "Il Manifesto";

- Ugo Volli, giornalista de "La Repubblica".

1986______________

Nel 1986, in esclusiva per l'Italia, l'Alkestis ha organizzato la manifestazione "La danza rituale dei Dervisci di Konya (Turchia)", rappresentata dalla Confraternita di Dervisci Mevlevi di Konya in una tre giorni all'Anfiteatro Romano di Cagliari, nell'ambito del festival "Un'Estate a Cagliari" patrocinato dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Cagliari.

Dal 1987 la Compagnia Alkestis si è particolarmente attivata nella formazione e diffusione, nella regione Sardegna, di una "cultura teatrale", proponendo e realizzando di anno in anno programmi di circuitazione delle proprie produzioni. Ciò con l'intento sia di raggiungere quelle realtà in cui l'offerta di questo genere di manifestazioni è stata cronicamente carente, sia di realizzare, con quei centri dove iniziative simili sono più diffuse o in ogni caso presenti, uno scambio culturale certamente proficuo e stimolante.

Fra le varie attività particolare importanza ha avuto ed ancora ha, la produzione di lavori teatrali originali, espressione della cultura propria della Compagnia basata tanto sullo studio e l'approfondimento di diverse tecniche teatrali e parateatrali, quanto sulla ricerca delle connessioni fra queste ed altre forme di espressione appartenenti ad altre tradizioni culturali.

Nei suoi trent'anni anni di attività, La Cooperativa Teatro Alkestis ha prodotto molteplici lavori, diretti prevalentemente dal regista e direttore artistico della compagnia, Massimo Michittu e fra i quali si possono ricordare:

Roms, storia e poesia del popolo zingaro raccontato attraverso uno spaccato di vita quotidiana di una famiglia nomade, circuitato in oltre centoventi comuni dell'Isola;

Eclats de verre, elaborazione scenica realizzata a partire da alcuni riferimenti letterari e documenti storici sulle vite di G. D'Arco, M. Robespierre, A. Rimbaud. Lo spettacolo è stato presentato in oltre centoventi comuni sardi ed inserito in diversi festival organizzati nella provincia di Cagliari;

Nabib tra il mare e il cielo, ideato e realizzato traendo spunto dalle opere di Melville e Coleridge Moby Dick e La ballata del vecchio marinaio, rappresentato in numerosi comuni sardi nell'ambito di differenti rassegne teatrali;

Sabellicus, noto mago e negromante, tratto dalle opere di Goethe e Lenau, presentato a Cagliari e in altri comuni.

1991,1992_____________

Nel 1991 la Cooperativa Teatro Alkestis ha acquisito e ristrutturato, a Cagliari, un proprio teatro, denominato Teatro Alkestis. In tale spazio dal 1992 organizza numerose manifestazioni fra le quali la rassegna teatrale Incontri che si svolge annualmente in un periodo compreso fra i mesi di Giugno e Novembre e che ha ospitato artisti e compagnie italiane e straniere come: Claudio Morganti, Enzo Moscato, The Living Theatre, Alfieri Teatro, Marcido Marcidorjs e Famosa Mimosa, Pey Jan Ling, Else Marie Laukvik, Ruotalibera Teatro, Ravenna Teatro, Teatro del Sole, etc.

1994, 1996_____________

Nel 1994 è stato prodotto lo spettacolo Macbeth - la coscienza dell'incubo, che è stato rappresentato fino al 1996 per oltre cento repliche in Sardegna, ed ospitato nella rassegna teatrale organizzata a Perugia dal Teatro di Sacco mentre nel 1996 più forte è stato lo sforzo produttivo con tre nuovi allestimenti: Savage/Love, Kafka - l'artista come animale e Il grande Sole di Hiroshima.

1996, 1997_____________

Dalla seconda metà degli anni 90 l'attività dell'Alkestis si è distinta per l'organizzazione di eventi spettacolari nella città di Cagliari che hanno arricchito l'offerta culturale cittadina con proposte particolarmente affascinanti che hanno riscosso un notevole favore di pubblico e critica. Fra questi ricordiamo Milon Mela - la festa degli incontri (agosto 1996), una settimana dedicata alla cultura ed al teatro dell'India, alla quale hanno partecipato, sotto la direzione dell'attore Abani Biswas: i Bauls del Bengala, i Chhau del Bihar ed i maestri del Kalarippayattu, arte marziale del Kerala. Nel 1997 si è inoltre dato vita alla manifestazione Con gli Occhi dell'Oriente festival teatrale e musicale che nella sua prima edizione ha ospitato l'attrice dell'Opera di Pechino, Pey Jan Ling, il Teatro Kathakali della Kalatharamgini Troupe (India) e del Teatro Tascabile di Bergamo. Entrambe le manifestazioni sono state caratterizzate da momenti formativi (stage teatrali e conferenze), parate e spettacoli in teatro.

1998_____________

L'anno 1998 ha visto il Progetto Cinema e Teatro, che, nato l'anno precedente con un programma dedicato all'opera shakespeariana, in questa seconda edizione è stato dedicato alla figura di Harold Pinter sceneggiatore; la seconda edizione del festival Con gli Occhi dell'Oriente e soprattutto, dopo dodici anni dal loro primo arrivo in Sardegna, la manifestazione Dervisci Danzanti di Konya, articolata in due giorni dedicati alla musica (tenuta al Teatro Alkestis) ed alla cerimonia del Sema, svoltasi all'Anfiteatro Romano di Cagliari. L'anno si è concluso con la rassegna teatrale Incontri e con la vetrina Incontri Imprevedibili che ha visto, per la prima volta in Sardegna la presenza del grande regista Alejandro Jodorowsky cui è stata dedicata una retrospettiva dei principali film cui ha fatto seguito un incontro conferenza durante il quale Jodorowsky ha presentato in anteprima nazionale l'edizione italiana della sua nuova raccolta di poesie.

1999_____________

Il 1999 è stato un anno ricco di esperienze che hanno coinvolto la città di Cagliari con iniziative di grandissimo interesse internazionale che hanno riguardato il periodo estivo durante il quale è stato organizzato il primo festival delle arti poetiche Poiesis Poesia. Il festival durato tre giorni ha presentato miti e leggende della beat generation americana. Circa cinquanta artisti, rappresentanti della poesia ma anche della musica, si sono alternati nello spazio dell'EXMA' di Cagliari con un tutto esaurito e con presenze di pubblico giunto a Cagliari per l'occasione da tutta Italia.

Fra i principali artisti: Lawrence Ferlinghetti, fondatore della City Lights di San Francisco, la libreria - casa editrice che dal 1952 ha pubblicato le opere di Jack Kerouak, Allen Ginsberg, Gregory Corso…, Anne Waldmann, Jack Hirschman, Steve Lacy, ma anche numerosi artisti italiani come David Riondino, Claudio Lolli

Nell'autunno, parallelamente alla rassegna teatrale Incontri è stata organizzata la seconda edizione di Incontri Imprevedibili con un'altra presenza storica, quella di Fernando Arrabal, geniale regista e scrittore che ha rappresentato uno dei più estremi esempi di avanguardia cinematografica e letteraria.

2000____________

Nella prosecuzione di un rapporto professionale ormai consolidato, il 2000 si è aperto con la presentazione in anteprima nazionale della nuova produzione del Teatro Alkestis Opera Panica, scritta e diretta da Alejandro Jodorowsky ed interpretata da un cast internazionale di attori francesi e dall'attrice del Teatro Alkestis Sabrina Mascia.

Dopo il grande successo cagliaritano, lo spettacolo ha circuitato in alcuni teatri della Penisola prima di approdare al prestigioso Theatre de Bobigny di Parigi per oltre un mese di repliche. Nell'estate, è stato ripreso il progetto di Poiesis Poesia che è stato trasformato in festival nazionale con il nome di Pullman My Daisy. Cagliari è stata infatti la piazza di partenza di un tour che ha toccato numerose città fra cui Firenze, Torino, Napoli e Roma.

2001____________

Il 2001 è stato l'anno dei festeggiamenti per i dieci anni della rassegna teatrale Incontri. Una rassegna che ha rappresentato un'importante vetrina delle migliori produzioni nazionali nel settore dell'innovazione teatrale.

Per ricordare le precedenti edizioni è stato realizzato un libretto di sala riccamente documentato con tutti gli spettacoli ospitati dal 1992 al 2001 e con la riproduzione di tutti i manifesti realizzati per la promozione. Inoltre è stato allestito un cartellone di particolare pregio in cui hanno spiccato i nomi di attrici come Licia Maglietta (indimenticabile protagonista del film Pane e Tulipani) e Anna Bonaiuto. In apertura della rassegna è stato presentato il nuovo allestimento teatrale del Teatro Alkestis che segna un'altra importante tappa nella carriera artistica della Compagnia, la collaborazione con l'attore-regista Claudio Morganti, considerato dalla critica specializzata uno dei migliori attori della scena nazionale degli ultimi anni. L'opera presentata ha proposto due dei tre minidrammi che compongono la Trilogia del consenso di Harold Pinter, il più grande drammaturgo mondiale vivente, Il bicchiere della staffa e Il linguaggio della montagna.

In scena, accanto a Morganti, gli attori dell'Alkestis Sergio Piano e Sabrina Mascia. Dopo il debutto sardo, lo spettacolo è stato invitato a partecipare alle stagioni della Fondazione Teatro Metastasio di Prato, al Teatro Arsenale di Milano e al Teatro Reon di Bologna, mentre già si sta allestendo la distribuzione nazionale per il 2002 con la partecipazione ad alcuni festival estivi come quelli di Montalcino e Moncalieri e Roma.

Nell'ambito della manifestazione Un'estate a Cagliari, e dopo un anno di assenza, è stata organizzata la quarta edizione del festival Con gli Occhi dell'Oriente. Il festival, appuntamento di primo piano in città per quello che riguarda la musica soprattutto mediorientale, è stato realizzato sia nel Teatro Alkestis che nell'EXMA' e nel Teatro Comunale all'aperto ed ha proposto, fra gli altri, i Master Musicians of Jajouka (Marocco) e gli Urs Karpatz (Romania).

2002___________

Il 2002 si è aperto con la terza edizione della vetrina Incontri Imprevedibili. Al centro della manifestazione la mostra Un attimo di eternità, il teatro contemporaneo in 50 fotografie di Tony D'Urso, allestita nella Sala della Terrazza dell'EXMA' dal 10 al 20 gennaio. Nel corso della mostra è stata presentata l'edizione 2002 del Patalogo edito dalla Ubulibri di Milano alla presenza del direttore editoriale Franco Quadri, critico teatrale del quotidiano La Repubblica.

Nei mesi di gennaio e febbraio è stato ripreso, sul fronte nazionale, lo spettacolo Il bicchiere della staffa e Il linguaggio della montagna, che ha riscosso lodevoli risultati di pubblico e critica a Bologna, Milano e Prato.

Nel mese di aprile, dal 12 al 19, fra il Teatro Alkestis e il Teatro Auditorium Comunale di piazza Dettori, è stato realizzato il Progetto Riccardo III. La manifestazione ha offerto un quadro critico sul personaggio shakespeariano attraverso la sua trattazione nel cinema e nel teatro. Sul versante cinematografico sono stati proposti tre film (con le regie di Al Pacino, Richard Loncraine e Laurence Oliver) accompagnati da importanti contributi critici della Prof.ssa Laura Sanna (Università di Cagliari) e Gianni Olla (critico cinematografico del quotidiano La Nuova Sardegna), mentre la sezione teatrale ha proposto due recite dello spettacolo Riccardo III diretto e interpretato da Claudio Morganti con un cast di 17 attori (produzione Teatro Metastasio, La Biennale di Venezia, Teatro di Roma).

Nel mese di ottobre giunge al Teatro Alkestis un grande riconoscimento nazionale. Il suo spettacolo Il bicchiere della staffa e Il linguaggio della montagna viene selezionato da RADIO 3 RAI per una diretta dal Teatro Due di Roma. Nel corso della trasmissione oltre all'integrale dello spettacolo vengono realizzate interviste ai numerosi attori presenti in sala oltre che allo stesso autore Harold Pinter, considerato il più importante drammaturgo vivente al mondo.

2003__________

Proseguendo sulla linea di questo impegno nei confronti della promozione della drammaturgia contemporanea europea, anche il progetto produttivo del 2003, pur comprendendo la ripresa Il bicchiere della staffa/Il linguaggio della montagna con alcune date realizzate nel mese di marzo, ha previsto un nuovo allestimento dal titolo END che raggruppa due atti unici di Pinter e un atto di Samuel Beckett. Ancora una volta la regia è stata affidata a Claudio Morganti, anche in scena affianco a due attori del nucleo stabile del Teatro Alkestis e tre scritturati esterni. Lo spettacolo sarà presentato in anteprima al festival estivo di Montalcino per poi affrontare una tournée nazionale al momento in corso di definizione. Lo spettacolo ha debuttato, in prima nazionale il 3 agosto nell'ambito del Festival di Montalcino e della Val d'Orcia che ha anche collaborato alla produzione. Dello spettacolo saranno realizzate tre recite al Teatro Akroama di Cagliari.

A sostegno promozionale dell'iniziativa fra ottobre e dicembre sarà realizzato nella città di Cagliari un progetto articolato fra cinema, conferenze e teatro dedicato a uno dei padri del teatro contemporaneo, Antonin Artaud. Fra gli ospiti previsti, il regista francese Gerard Mordillat, che ha realizzato due opere cinematografiche di grande interesse su Artaud, il prof. Marco De Marinis, il giornalista Gianni Manzella e il prof. Nicola Savarese. Il progetto coinvolgerà gli istituti scolastici cittadini e l'Università di Cagliari, sia relativamente al corpo docente che attraverso l'ERSU per il coinvolgimento degli studenti.

Contemporaneamente, con l'obiettivo di un processo formativo permanente, è attivato un laboratorio rivolto a giovani attori e aspiranti tali, attivato presso il Teatro Alkestis e tenuto sia da attori della compagnia che da registi e attori esterni ad essa.Non una vera e propria scuola tradizionalmente impostata, ma una "palestra" in cui, sotto la guida di professionisti, i giovani possano sperimentare personali percorsi di avvicinamento e raffinamento delle proprie aspirazioni artistiche.

Un'attività che soddisfa sia esigenze prettamente artistiche con la formazione di nuove classi di attori, che "sociale" in quanto, da un lato il laboratorio permanente consente l'individuazione di personale potenzialmente assorbibile nei quadri occupazionali stagionali della nostra cooperativa, dall'altro si pone quale insostituibile punto.

2004_________

Il 2004 è stato aperto da una lunga tournèe nazionale realizzata nelle regioni Lombardia, Emilia Romagna e Toscana. Di particolare prestigio è stato l'invito di uno dei teatri storici italiani, il Teatro dei Filodrammatici di Milano che ha ospitato gli spettacoli del Teatro Alkestis per due settimane nell'ambito di una rassegna dedicata al Novecento e alla quale ha partecipato Harold Pinter, considerato il più importante drammaturgo vivente e del quale l'Alkestis ha presentato tre drammi.

Nei mesi di aprile e maggio è stata realizzata la tredicesima edizione della rassegna teatrale Incontri. Nata nel 1992 si è imposta a livello non solo regionale quale una delle più importanti ed attente vetrine del teatro contemporaneo. Nei mesi di ottobre e novembre è stata invece allestita la seconda edizione della manifestazione Hommage a Antonin Artaud. La manifestazione per la quale il Teatro Alkestis ha ricevuto il plauso da parte del mondo accademico parigino per l'accuratezza e la vastità del programma, ma anche l'attenzione della stampa nazionale che ha valutato come la più importante manifestazione mai realizzata in Italia sul grande intellettuale francese.

L'edizione 2004 di Hommage a Antonin Artaud ha decretato l'internazionalità del progetto con la partecipazione di tre compagnie francesi e la stretta collaborazione con l'Ambasciata di Francia in Italia.

2005_______

Nei primi giorni di gennaio l'attività ha ripreso il pieno ritmo con la riapertura dei corsi di formazione teatrale che dal 2002 si tengono permanentemente nello spazio di via Loru e che vede coinvolti come insegnanti il direttore artistico Massimo Michittu e l'attore Sergio Piano.


Prosegue la tournèe delle produzioni allestite con la collaborazione del attore e regista Claudio Morganti; lo spettacolo L'amara sorte del servo Gigi prodotto nel 2004, è andato in scena a Bologna, Firenze, Napoli Caserta, mentre la nuova produzione Waiting for… che ha debuttato in anteprima al Festival di Armonia al Castello Pasquini di Castiglioncello (direttore artistico Paganelli), il 18 luglio 2004 per poi circuitare a Firenze, Bologna , Tortolì, è uscito in prima nazionale a Cagliari, nel nostro spazio, nell' aprile di quest'anno e toccando come piazza regionale Sassari.


Ad aprile e maggio ha preso il via la prima parte della rassegna teatrale Incontri, che anche quest'anno ha ricoperto un ruolo importante per il capoluogo sardo, proponendo ancora una volta il meglio delle compagnie e degli artisti del panorama teatrale nazionale.
Nel mese di ottobre è stata inaugurata la III edizione della rassegna Hommage a Antonin Artaud - Incontri seconda parte, che ha confermato l'autorevolezza della manifestazione in Italia, quale imprescindibile punto di riferimento per gli studiosi ed estimatori di Antonin Artaud, riconosciuta anche come punto di riferimento da importanti istituzioni pubbliche come l'Università di Cagliari, di Parigi e dall'Ambasciata di Francia a Roma che oltre a patrocinare la manifestazione come le edizioni passate, quest'anno è intervenuta anche con un contributo economico, segnale inequivocabile di effettiva collaborazione.

Da segnalare all'interno del programma la significativa presenza di Serge Malaussena, nipote di Antonin Artaud, e della Professoressa Evelyne Grossman titolare della cattedra di Lingua e Letteratura francese contemporanea dell'Università di Parigi. Costante preziosa presenza e collaborazione del saggista, collaboratore de Il manifesto, Marco Dotti, già ospite dell'edizione precedente.

2006___

Il 2006 è iniziato con un omaggio a due grandi drammaturghi Harold Pinter e Samuel Beckett, nel centenario della sua nascita lo si è voluto ricordare con Progetto Beckett/Pinter:il potere la memoria e l'assurdo, che ha visto protagonisti di riguardo, con lo spettacolo Altri giorni felici, la coppia Remondi e Caporossi, nuovamente in scena a Cagliari dopo quindici anni di assenza.

Altro importante appuntamento con la Compagnia Laboratorio di Pontedera, che portato in scena lo spettacolo Aspettando Godot. La rassegna prevedeva inoltre, la proiezione di alcuni lungometraggi di Harold Pinter e Film di Samuel Beckett e dibattiti con esperti e studiosi di cinema e teatro, Dott. Francesco Cotticelli (docente di Storia del Teatro e dello Spettacolo della Facoltà di lingue e Letterature Straniere), Dott. Gianni Olla (critico cinematografico), Dott.ssa Daniela Paba (critico teatrale).

A maggio si è coprodotto con Laboratorio Nove di Firenze lo spettacolo Waiting long…scritto da Rita Frongia e diretto da Claudio Morganti, che ha debuttato in prima nazionale al Teatro Politeama di Poggibonsi (SI).

La nuova produzione Furor di Popolo di e con Claudio Morganti è stata presentata al Festival di Armunia al Castello Pasquini di Castiglioncello (LI) per proseguire poi le repliche a Bologna e Sicilia. La produzione L'amara sorte del servo Gigi (2004), ha replicato nelle piazze dell'Emilia Romagna, del Veneto, Lombardia, Toscana (Festival di Armunia e Festival di Montalcino). La produzione Il teatro dei fratelli Scomparso ha debuttato in prima regionale a dicembre nel Teatro Alkestis e in prima nazionale in Piemonte.

A luglio ha debuttato lo spettacolo Per amore di Sarah tratto dalle opere della scrittrice Sarah Kane, regia di Sergio Piano che ha diretto gli allievi attori del corso avanzato dopo due anni di ricerca e studio sull'autrice. Ad ottobre, invece, ha debuttato al Palazzo Regio di Cagliari lo spettacolo Psicosi 4.48 sempre diretto da Sergio Piano.

 

2007___

Prima edizione del progetto Voci dal Mediterraneo -- Riflessi d'Oriente, curato in collaborazione con Andrea Duranti (Dottorando di ricerca Università di Cagliari), Matteo Tuveri (Dottorando di ricerca Università di Cagliari), con la consulenza scientifica di Annamaria Baldussi (Università di Cagliari) e Patrizia Manduchi (Università di Cagliari), patrocinato da UNESCO, ISIAO e Fondazione Maria Carta.

Hanno partecipato per la parte scientifica: Angela Terzani Staude (scrittrice), Mario Zanot (regista), Alfredo Lando (fotografo), Raffaele Masto (giornalista), Prisca Nzeymana, Valeria Ferraro ( Dottorando di ricerca l'Orientale di Napoli), Alessandra Marchi (Dottorando di ricerca Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales Parigi), Nasser Ahmed Ismail (Dottore di ricerca Università di Cagliari), Leonardo Marras (Fondazione Maria Carta), Giacomo Serreli (giornalista), Antonio Carta (Fondazione Maria Carta), David Mancini (Fondazione Maria Carta), Walter Porcedda (giornalista), Farian Sabahi (giornalista).

Per la parte artistica: il gruppo musicale Tinarwen (Mali), il gruppo musicale Ensamble Mehr (Iran), Accademia d'Arte del Cairo (Egitto), Elettra Cubeddu e Alessandro Quartu (I Nati Strani di Sassari), Ornella D'Agostino (Carovana SME Cagliari), Teatro dell'Argine, Ivo Pirisi (Fotografo).

Sono stati prodotti due spettacoli teatrali: "Voci nel buio" regia di Pascale Aiguier, con Davide Piludu, Josto Luzzu, Giuseppa Salidu, Andrea Ibba, Laura Solla, Valentina Angius; "Omaggio a Maria Carta e Umm Kulthum" diretto da Massimo Michittu con Accademia d'Arte del Cairo, Elettra Cubeddu e Ornella D'Agostino. Il video "Occhi socchiusi", di Raimondo Gaviano (Svart1), produzione Teatro Alkestis, e un cd multimediale "Qualcuno che non è come gli altri…il volto dell'iran contemporaneo, Forough Farrokhzad", di Raimondo Gaviano (Svart1), contenuti scientifici Andrea Duranti e Matteo Tuveri produzione Teatro Alkestis.

In collaborazione con Studio Danza Arte e Terapia (Cagliari) e Circo Calumet è stato realizzato il progetto Di Diversità Virtù, hanno partecipato Gli spettacoli Il teatro dei fratelli Scomparso e Voci nel buio sono stati inseriti nel progetto finanziato dal MBAC Un' isola in festival circuitando in diversi comuni della Sardegna.

La rassegna teatrale Incontri ha ospitato anche quest'anno la compagnia di Claudio Remondi e Riccardo Caporossi (Roma) con lo spettacolo "Me&Me", per la prima volta in Sardegna La Fionda Teatro (Milano) con lo spettacolo "De rerum natura" e infine la compagnia di Sassari MeridianoZero con lo spettacolo "I can't get no satisfaction", da Memorie del sottosuolo di Dostoevskij.

Sono stati realizzati due corsi formativi, uno diretto da Sergio Piano e uno da Andrea Meloni e Simone Dulcis.

 

2008___

Due nuove produzioni: Dove vola Fenice - una via nell'infinito cielo, co-prodotto con l'Accademia delle Arti del Cairo, regi di Massimo Michittu, con Sabrina Mascia, Alberto Lorrai, Elena Cannella, Doaa Teima, Mahmoud Imam e Mohamed Allam. Ha debuttato il 19 e 20 ottobre al Festival Internazionale del Teatro Sperimentale del Cairo.

Malaccorto amore prodotto da Teatro Laboratorio Alkestis su progetto artistico di Compagnia d'arte Circo Calumèt, regia di Andrea Meloni, con A. Meloni, Simone Dulcis, Elisabetta Piras e Sabrina Mascia. Debutto in decentramento regionale per il Progetto MIBAC Un'isola in Festival e nella rassegna teatrale Marosi di Mutezza della compagnia Meridiano Zero di Sassari.

Presentazione del libro La luce nera di Marco Dotti presentato da Silvère Lotringer (Columbia University).

1° edizione del progetto triennale Carovane Mediterranee di arte e di pace in partenariato con l'Accademia delle arti del Cairo e il patrocinio della Regione Autonoma della Sardegna e dell'Università di Cagliari. Curatori del progetto Sabrina Mascia, Nasser Ismail (Università di Cagliari), Esmat Yhia (Accademia delle arti del Cairo), Matteo Tuveri, Andrea Duranti; direzione artistica Massimo Michittu; consulenza scientifica Giovanna Cerina (Università di Cagliari), Rabie Salama (Istituto di Cultura dell'Ambasciata d'Egitto a Roma), Esmat Yhia, Giacomo Serreli (giornalista). Interventi: Giovanna Cerina (Università di Cagliari), Radhouan Ben Amara (Università di Cagliari), Paola Viviani (Università degli studi di Napoli), Moheb Saab (Università di Ayn Shams del Cairo), Wassim Dahmash (Università di Cagliari).

3° edizione della rassegna teatrale dedicata al sociale Teatri dal Margine, in collaborazione con Compagnia d'Arte Circo Calumèt, e Centro Studi Danza, Animazione, Arte e Terapia; direzione artistica Massimo Michittu e Andrea Meloni; consulenza scientifica Vincenzo Pusceddu. Interventi Simone Dulcis, Stefano Fanni, Sara Costa, Compagnia d'Arte Circo Calumèt, compagnia Isole Comprese Teatro, compagnia Triangolo Scaleno, Salvo Pitruzzella, Alessandro Fantechi, Vincenzo Pusceddu e Andrea Meloni.

Rassegna teatrale Incontri: Carmelo Bene (momento 1) a cura di Marco Dotti e Teatro Alkestis, direzione artistica Massimo Michittu. Interventi: Marco Dotti (scrittore, giornalista), Gianni Olla (critico cinematografico), Francesco Cotticelli (Università di Cagliari), Piergiorgio Giacchè (scrittore, critico, giornalista), Giulio Angioni (Università di Cagliari), Filippo Zerilli (Università di Cagliari), Daniela Paba (giornalista), Federico Ercole (giornalista). Corso formativo per attori Il sigillo della conoscenza diretto da Massimo Michittu. Corso propedeutico di avvicinamento al teatro diretto da Massimo Michittu.

 

2009___

Una nuova produzione Rovesci d'Amore, prodotto da Teatro Laboratorio Alkestis su progetto artistico di Compagnia d'arte Circo Calumèt, regia di Andrea Meloni, con Sabrina Mascia, Andrea Meloni e Elisabetta Piras. Ha debuttato il 4 dicembre presso il Teatro Alkestis di Cagliari.

1° edizione di CinemanimeShon, rassegna di manga, games e anime giapponesi che si è svolta al Teatro Alkestis dal 7 ottobre al 29 novembre. Curatori del progetto Federico Ercole e Serena Vincenzi; direzione artistica Massimo Michittu; direzione organizzativa Sabrina Mascia; in collaborazione col Centro Internazionale del Fumetto. Evento patrocinato dall'Istituto Giapponese di Cultura. Interventi di: Bepi Vigna, Mario Bellina, Deborha Maria Daniele, Eleonora Benecchi, Alberto Momo, Fulvio Baglivi, Federico Ercole, Donatello Fumarola, Davide Tarò, Alesandro Montosi e Daniele Timpano e compagnia Amnesia Vivace.

Inaugurazione della Mediateca del Teatro Alkestis.

3° edizione della rassegna rassegna teatrale dedicata al sociale Teatri dal Margine, in collaborazione con Compagnia d'Arte Circo Calumèt, e Centro Studi Danza, Animazione, Arte e Terapia; direzione artistica Andrea Meloni e Massimo Michittu; consulenza scientifica Vincenzo Puxeddu. Interventi Simone Dulcis, Stefano Fanni, Compagnia d'Arte Circo Calumèt, Giovanni Pasquero Elia, Gigi Picciau, Alessandro Pontremoli, compagnia Carovana SMI, Giovanni Lindo Ferretti, Ezio Bonicelli, Mariangela Gualtieri della compagnia Teatro Valdoca.

 

2010___

Il 16 aprile è stata effettuata una replica della produzione del 2009 Rovesci d'Amore presso il Cine Teatro Comunale di Carbonia.

Una nuova produzione La Drogheria di Odense, co-prodotta da Teatro Laboratorio Alkestis e dalla Compagnia d'Arte Circo Calumèt, regia di Andrea Meloni, con Sabrina Mascia e Verena Knaup. Lo spettacolo narra le vicende della vita dello scrittore Hans Christian Andersen ad è dedicato non solo ai bambini ma anche agli adulti. Ha debuttato il 4 Dicembre presso il Teatro Alkestis di Cagliari.

Tra la fine del 2010 e l'inizio del 2011 ha fatto da protagonista la rassegna Incontri 2010, realizzata dal Teatro Laboratorio Alkestis con la partecipazione della Compagnia d'Arte Circo Calumèt. La rassegna ha visto protagoniste compagnie sarde e non: Minimalimmoralia con lo spettacolo "Veneti Fair", la compagnia MenoVenti con "InvisibilMente" e la compagnia di Tempio Maldimarem con "Prima di dormire". La rassegna si è conclusa a gennaio con la prima nazionale di "Corpo da Veleno Vinto", ispirato all'Amleto di Shakespeare, spettacolo co-prodotto da Teatro Laboratorio Alkestis e dalla Compagnia d'Arte Circo Calumèt, regia di Andrea Meloni. In scena Andrea Meloni, Sabrina Mascia e la musica dal vivo di Pier Paolo Murru.

Come da tradizione, per tutto l'anno si è svolta la nostra attività di cinema d'essai.

 

2011___

All'inizio del 2011 si è conclusa la seconda e ultima parte della rassegna Incontri 2010, con la compagnia Maldimarem e lo spettacolo "Prima di dormire". La rassegna si è conclusa alla fine di gennaio con il debutto della nuova co-produzione del Teatro Laboratorio Alkestis e della Compagnia d'Arte Circo Calumet "Corpo da veleno vinto" per la regia di Andrea Meloni, con Sabrina Mascia, Andrea Meloni e Pier Paolo Murru.

A partire dal mese di febbraio si è riproposto, in particolar modo per le scuole elementari e medie, la co-produzione dello spettacolo teatrale ispirato alla vita dello scrittore Hans Christian Andersen "La drogheria di Odense", regia di Andrea Meloni, con Verena Knaup e Sabrina Mascia.

Per celebrare l'inizio della stagione primaverile e in occasione della Giornata mondiale della poesia, il 21 marzo al Teatro Alkestis ha debuttato la prima edizione di Danze su dune candide, reading di poesie ad opera di Teatro Alkestis, Circo Calumèt e altre compagnie e attori teatrali di Cagliari e provincia (L'Eptacordio, Teatro del Segno, Il Salto del Delfino teatrostudio, Ananché, Teatro dell'Elefante, Teatro del Sale, Raffaele Chessa).

Nel mese di giugno si è proposta una nuova versione de "Il Teatro dei fratelli Scomparso - reading version", regia di Andrea Meloni, con Simone Dulcis, Andrea Meloni e Pier Paolo Murru. Lo spettacolo è stato presentato in anteprima a Lo Spazio (In)visibile di Cagliari e poi presso il Teatro Alkestis.

Il 1° luglio è stata la volta del reading "Ad ora incerta" di e con Andrea Meloni.

A fine ottobre ha debuttato lo spettacolo per ragazzi "Storia dell'Oca", testo di Michel Marc Bouchard, lettura scenica di Sabrina Mascia, regia di Andrea Meloni.

Il mese di Novembre è iniziato con la presentazione al Cimitero Monumentale di Bonaria di "Le parole della mancanza", reading con Andrea Meloni, Sabrina Mascia e Verena Knaup, dedicato alla memoria delle persone amate che non ci sono più. Nello stesso mese l'attività è proseguita con il ritorno sul placo dell'Alkestis della musica dal vivo con "Laura Mura - Il mio concerto".

Infine nel mese di dicembre è stata la volta della diciannovesima edizione della rassegna Incontri, il cui tema era incentrato sull'abisso e altre figurazioni dell'acqua. Incontri 2011 ha ospitato sul palco dell'Alkestis dei primi studi teatrali: "Xanas - pelle negli abissi" di e con Alessandra Leo, "Ricostruzione - primo studio" di e con Fausto Siddi e Roberta Locci. La rassegna ha proseguito con la tavola rotonda "Città di mare", incontri, testimonianze, letture sul tema del mare con Olindo Paulis, cooperativa pescatori Santa Gilla, Laguna società cooperativa, cooperativa Colsub, cooperativa Non solo mare, cooperativa pescatori Santa Barbara. La rassegna si è conclusa con la nuova co-produzione Alkestis Calumet "Il teatro dei fratelli Scomparso - teatro in stato di ebbrezza", di Andrea Meloni, con Simone Dulcis, Verena Knaup, Sabrina Mascia e Andrea Meloni.


2012___

L’anno si è aperto con il reading “Ad ora incerta” di e con Andrea Meloni, che è stato riproposto, in nuove vesti anche nei mesi di aprile e giugno, creando un’atmosfera magica e intima con il pubblico presente in sala. Alla fine di far conoscere il reading ad un pubblico più ampio, “Ad ora incerta” è stato proposto anche all’interno della sala parrocchiale Nostra Signora di Fatima, al Villaggio Pescatori di Cagliari, destando interesse in una nuova fetta di spettatori.
Durante tutto il mese di febbraio si sono proposte e messe in scena per il pubblico giovane e adulto tre repliche dello spettacolo “La drogheria di Odense”, di cui un mattinée destinato ad operatori scolastici, bibliotecari e figure professionali di ambito sociale e clinico impegnate nella tutela dei minori.
Nel mese di marzo compagnie e artisti di Cagliari si sono riuniti insieme sul palco dell’Alkestis per celebrare, per il secondo anno consecutivo, la Giornata Mondiale della Poesia con il reading “Danze su dune candide”, a cui hanno partecipato Andrea Meloni, Sabrina Mascia, Simone Dulcis e Lea Gramsdor per l’Unione Alkestis Calumet, Tiziano Cerulli per Il Salto del Delfino, Alessandra Leo e Stefano Ledda per Il teatro del segno, Valentina Sulas e Virginia Sirigu per Theandric, Laura Mura, Monica Serra e Fausto Siddi. L’intento e obiettivo primario della manifestazione è stato, in quanto evento festivo, quello di esprimere il proprio senso nel compimento stesso della festa, trasversalmente aperta a tutta la comunità teatrale di Cagliari e dei comuni limitrofi. “Danze su Dune Candide”, durante la sua fase di preparazione, ha stimolato l’incontro tra le diverse forme della creatività, favorendo tra gli artisti partecipanti la circolazione del saper fare e una cultura del confronto e della collaborazione, attraverso l’incontro, in questa seconda edizione, del “mondo del teatro” con il “mondo della musica”.
Il 27 Maggio ha debuttato, all'interno della rassegna teatrale "1 € festival” organizzata da Akròama, presso il Teatro delle Saline di Cagliari, la nuova produzione dell'Unione Alkestis Calumet ispirata all’opera e al pensiero di Giorgio Gaber e Sandro Luporini, dal titolo "In bilico distratto" di e con Andrea Meloni, per la regia di Sabrina Mascia.
Tra la fine di maggio e giugno si è dato ampio spazio alla musica: con i concerti “Metti una sera a Napoli”, prima, e “Doppio concerto: Elva Lutza & Laura Mura + gruppetto”, poi.
Nel luglio dello stesso anno, a conclusione della stagione teatrale, sono andate in scena all’Alkestis Sabrina Mascia e Verena Knaup con una nuova co-produzione Alkestis Calumet, il reading per adulti “Bambini per un’ora”. L’intento principale è stato quello di creare, insieme al numeroso pubblico presente in sala, una serata attraverso la quale è stato possibile abbandonarsi e ritrovare, per mezzo della lettura delle fiabe dei fratelli Grimm e di un delizioso pic-nic consumato in scena insieme alle due attrici, quel senso di stupore, di felicità e di magia che appartengono al bambino che ogni adulto custodisce dentro di sé. Nel mese di Ottobre si è aperta la seconda parte della stagione teatrale attraverso la rassegna “Incontri 2012 – Buttare lì qualcosa”. L’Unione Alkestis Calumet, per celebrare la ventesima edizione di Incontri, ha scelto di organizzare un programma non autoreferenziale, ma in contatto col circostante e l’attualità, capace di attraversare e trascendere i contenuti della specificità teatrale e affacciarsi su argomenti di più ampio interesse e coinvolgimento. In linea di continuità con le precedenti edizioni che hanno reso omaggio a grandi figure del teatro come Antonin Artaud, Fernando Arrabal, Samuel Beckett, Alejandro Jodorowski, “Incontri 2012” è stata interamente dedicata al pensiero e all’opera di Giorgio Gaber e Sandro Luporini avvalendosi, inoltre, della fondamentale collaborazione e partecipazione della Fondazione Giorgio Gaber di Milano. Lo scopo centrale di “Incontri 2012” è stato quello di analizzare e diffondere, da diversi punti di vista, il pensiero e l’opera teatrale di Giorgio Gaber e Sandro Luporini attraverso incontri, spettacoli, esposizioni, proiezioni e testimonianze di chi ha conosciuto e collaborato con Gaber. “Incontri 2012” ha fatto in modo che la città di Cagliari, che non mai hai ospitato il signor G. con i suoi spettacoli, abbia potuto conoscerne meglio l’arte teatrale e celebrarne il decennale della sua scomparsa. La rassegna si è inaugurata con il debutto e le repliche della nuova versione della coproduzione Alkestis Calumet “In bilico distratto”, di e con Andrea Meloni, regia di Sabrina Mascia, opera di scena di Simone Dulcis, foto di scena di Stefano Fanni.
La manifestazione ha proseguito con due importanti incontri. Il primo, dal titolo “La Fondazione Gaber e i giovani”, ha avuto come protagonista sul palco dell’Alkestis, di fronte agli studenti di alcune scuole superiori di Cagliari e provincia, Paolo Dal Bon, presidente della Fondazione Gaber. Nella serata dello stesso giorno, Dal Bon e il giornalista e conduttore Rai Massimo Bernardini, hanno condotto l’incontro “Gaber, Luporini: il pensiero, il percorso, l’opera”, a cui hanno partecipato anche Andrea Meloni e, a nome della città di Cagliari, il Primo Cittadino Massimo Zedda. Durante la serata è inoltre intervenuto, attraverso un contributo video, il filosofo Salvatore Veca. Attraverso questi due appuntamenti è stato possibile ricordare e affrontare l’attualità del pensiero di Gaber e Luporini con parole, immagini, filmati inediti e testimonianze, approfondendone gli aspetti più intimi che oggi, più che mai, sono dei punti di riferimento per più di una generazione. Nel mese di Novembre ospiti di “Incontri 2012” sono stati l’attrice e cantante Maria Laura Baccarini e il musicista Regis Huby con lo spettacolo di teatro canzone “Gaber, io e le cose”, regia di Maria Laura Baccarini e Elena Bono, produzione Abalone Productions.
Alla fine del mese è tornato Paolo Dal Bon che è intervenuto all’incontro “Gaber, il teatro d’evocazione e Beckett”, un’occasione attraverso la quale si è ripercorsa la messa in scena di “Aspettando Godot” e si sono approfondite le caratteristiche drammaturgiche del teatro d’evocazione, e l’interesse di Gaber verso quello di Samuel Beckett. Attraverso dei contributi video inediti sono intervenuti alla serata l’attore Paolo Rossi e Massimo Puliani, regista, docente all'Accademia di Belle Arti di Macerata e all'Università di Bologna e studioso beckettiano.
Nel mese di Dicembre è andato in scena il penultimo appuntamento della rassegna “Incontri 2012: a produzione della Fondazione Giorgio Gaber “Gaber se fosse Gaber” scritto e interpretato dal giornalista e scrittore Andrea Scanzi. La rassegna si è conclusa il primo Gennaio 2013, in occasione del decennale della scomparsa di Giorgio Gaber, con l’incontro “Quando muore un Gaber” con Verena Knaup, Sabrina Mascia, Mario Massa, Andrea Meloni, Laura Mura, Nicola Padroni per la regia di Andrea Meloni. Il programma dello spettacolo ha previsto una selezione di canzoni e monologhi tratti dal vasto repertorio del “Teatro canzone” di Gaber e Luporini. Con questo tributo gli attori Sabrina Mascia, Andrea Meloni, Verena Knaup e i musicisti Mario Massa, Laura Mura e Nicola Padroni hanno chiuso una rassegna che ha cercato di “raccontare” da diversi punti di vista le molteplici dimensioni dell’opera di Gaber e Luporini.
Inoltre nel mese di Novembre è stata inaugurata, nel foyer del Teatro Alkestis, Le Mômo la minima biblioteca teatrale dell’Unione Alkestis Calumet. Obiettivo della biblioteca-mediateca è quello di offrire ai tesserati, a partire dal 2012 e per tutti gli anni a venire, una raccolta di libri e materiale multimediale (dvd e cd) di proprietà del Teatro Laboratorio Alkestis e della compagnia d’arte Circo Calumet. Inoltre tutti gli iscritti a Le Mômo potranno richiedere l’uso della sala teatro per la visione dei dvd e per l’ascolto dei cd. Con la nascita della biblioteca l’Unione Alkestis Calumet ha voluto creare un luogo di incontro e di confronto in cui gli stessi utenti possano promuovere, come già avvenuto nei primi mesi di vita della biblioteca, iniziative culturali quali dibattiti, cineforum tematici, presentazione di libri, documentari, reportage fotografici e corti. Inoltre nei mesi di Novembre e di Dicembre sono andate in scena due repliche della produzione per ragazzi “La drogheria di Odense” di Andrea Meloni, con Sabrina Mascia e Verena Knaup. Particolarmente importante l’appuntamento del 29 Dicembre: al termine dello spettacolo le attrici Knaup (nel ruolo di Andersen) e Mascia (la droghiera) hanno fatto merenda nella drogheria insieme a tutti i bambini del pubblico.
Relativamente alla formazione del pubblico sono stati attivati due laboratori teatrali: “Volto Altrove” e Actor’s training”. Infine, per quanto riguarda l’attività cinematografica si è garantita al pubblico, come sempre, un’offerta diversificata durante tutto l’anno (compreso il periodo estivo) con un occhio di riguardo per la programmazione di pellicole d’Essai italiane ed europee Inoltre, durante tutto l’arco dell’attività annuale, è stata offerta gratuitamente agli spettatori la rivista Vivilcinema e del materiale relativo ai film proiettati.


2013___

Il 2013 si è aperto con lo spettacolo “Quando muore un Gaber” con Verena Knaup, Sabrina Mascia, Mario Massa, Andrea Meloni, Laura Mura, Nicola Padroni per la regia di Andrea Meloni.
A partire dal mese di febbraio fino ad aprile è stata la volta di tre nuove produzioni. Tra la fine di febbraio e l'inizio di marzo ha debuttato e replicato “Estate Infinita” di e con Sabrina Mascia. Nel mese di aprile è stata la volta di “Corpo al mondo” performance teatrale dell'Unione Alkestis Calumet in collaborazione Carovana SMI, che ha visto in scena gli attori Verena Knaup, Sabrina Mascia, Andrea Meloni e Massimo Zordan, con la consulenza artistica di Ornella D'Agostino. Nel mese di maggio ha debuttato la terza ed ultima nuova produzione progettata ed interpretata da Verena Knaup dal titolo “La luce del buio”, regia di Andrea Meloni, aiuto-regia Sabrina Mascia.
Il mese di giugno si è concluso con il concerto “Romanzi in miniatura – Quando le canzoni raccontano” di e con Alberto Sanna. Nel mese di luglio ha debuttato “Note d'attore” dedicato al pensiero di Giorgio Gaber e Sandro Luporini, con Verena Kanup, Sabrina Mascia, Andrea Meloni e Nicola Padroni. Lo spettacolo ha replicato a settembre nella cornice estiva del locale Quince, sul lungomare Poetto.
Il mese di ottobre è stato caratterizzato dall'inaugurazione della minima BIBLIOTECA teatrale LE MOMO con il reading del poeta Marc Porcu a cura di Alberto Lecca per la casa editrice CUEC e della poetessa Bianca Mannu che hanno presentato rispettivamente i loro libri “L'urlo dell'alba” e “Alluci scalzi”. Il mese si è concluso con la replica ello spettacolo per ragazzi “La drogheria di Odense” di Andrea Meloni, con Verena Knaup e Sabrina Mascia.
Nel mese di Novembre si è dato ulteriore spazio al teatro ragazzi con la mini rassegna per le scuole T BOX ORE 10.00 che ha visto in scena nei mattinée all'Alkestis la compagnia Theandric con lo spettacolo “Il meraviglioso mago di Oz” e Teatro del Segno con “Rodari per tutto l'anno”. Per T BOX ORE 21.00 dedicato ad un pubblico adulto, è andata in scena la Brigata Stirner con “L'arcangelico”. Tra i mesi di ottobre e dicembre si sono svolti gli appuntamnti musicali della mini rassegna di musica jazz ed elettronica Alkestis 31: giovedì di musica a teatro, in collaborazione con Billy Sechi Eventi e Spaziomusica. Sul palco dell'Alkestis si sono alternati Lov'n Jazz Quartet, Mario Massa e Carlo Porrà, Free Trio, Dalila Kayros, Hard Up, Roberto Follesa, Spiritul Trio e Paolo Carrus New Ensemble. L'anno si è concluso con la narrazione teatrale liberamente ispirata di e con Andrea Meloni dal titolo “Hansel e Gretel” in occasione di uno degli appuntamenti del venerdì di LE MOMO.
Dicembre si è aperto con lo spettacolo dedicato alla giornale mondiale della lotta contro l'aids con lo spettacolo “World Aids Day” in collaborazione con la LILA di Cagliari.


2014___

L’anno 2014 si è aperto con un mattinée dedicato alle scuole. Ospite della rassegna T BOX ORE 10.00 è stata la compagnia Il Crogiuolo con lo spettacolo “Pulcinella al confino in Sardegna”. La rassegna teatrale 2014/2015 si è aperta con la nuova produzione “Se alla lanterna della luna un attore” di e con Andrea Meloni, con le foto di Stefano Fanni, per la regia di Sabrina Mascia. Tra febbraio, marzo e aprile è iniziata l’attività della minima biblioteca teatrale LE MOMO con la presentazione del libro “Tzacca Stradoni” di Gianni Mascia e la nuova produzione “La primavera dei fiori di carta” di e con Sabrina Mascia e Andrea Meloni, lettura creativa dedicata ai bambini dai 3 ai 10 anni. Nei mesi di maggio e giugno sul palco dell’Alkestis è stata la volta del primo step del progetto ISOLA MARE risorse e altre figurazioni, nuova co-produzione di Teatro Laboratorio Alkestis e Associazione Culturale Circo Calumet focalizzato sul tema guida di EXPO 2015: “Nutrire il pianeta. Energia per la vita”. In questo primo momento teatrale dal titolo “Isola Mare e la teoria del naufragio”, lavoro di ricerca sul rapporto isola/mare. Il percorso è continuato con la realizzazione del laboratorio intensivo e residenziale “Isola Mare e il laboratorio clandestino” durante il quale i quindici partecipanti e lo staff artistico e tecnico delle due compagnie hanno ricreato una condizione di clandestinità, grazie alla quale ha poi visto la luce il terzo momento del progetto dal titolo “Isola Mare e la metafora del porto”, una conferenza-spettacolo che ha consentito di riferire e raccontare la ricerca e l’esperienza raggiunte dal processo creativo svoltosi dall’inizio dell’anno fino al all’inizio di agosto. Nel mese di giugno è stata la volta delle repliche dello spettacolo “Sognatori, utopisti e visionari” di e con Luca DeAngelis e della presentazione, all’interno delle attività culturali di Le Momo, del concept album e del progetto Poetry/Poesia di Valerio Piccolo e Francesca Zanni, che hanno scelto il palcoscenico dell’Alkestis per la prima tappa del loro mini tour sardo. Tra settembre e ottobre ha debuttato e replicato lo spettacolo “Le dieci massime – omaggio a Charlie Chaplin”, con Sabrina Mascia e Andrea Meloni per la regia di Massimo Zordan. Negli ultimi due mesi dell’anno ha visto la luce lo step finale del progetto ispirato al tema di EXPO 2015, con la co-produzione inedita “Isola Mare – spettacolo di teatro e arte multimediale” con Sabrina Mascia e Andrea Meloni e il musicista Mark Grace. Inoltre hanno partecipato al progetto, con la produzione e post-produzione del video multimediale, Francesco Deiana e Ennio Madau. Nel mese di dicembre è andata in scena una nuova ed inedita versione dello spettacolo per bambini e adulti “Storia dell’oca” facente parte del più ampio progetto di promozione del rispetto dell'infanzia e di contrasto alla violenza sui minori TI PARLO SE TU MI ASCOLTI a cura di Teatro Alkestis ed Emanuele Ortu, progetto destinato in particolare agli alunni delle classi prima e seconda della scuola media inferiore e ai loro insegnanti e genitori.


2015___

Nel 2015 la cooperativa ha voluto dedicare il primo evento dell’anno alla celebrazione della Giornata della Memoria, pertanto alla libreria La Feltrinelli Point di via Paoli a Cagliari è stato presentato il reading per bambini e adulti “Il volo di Sara”, tratto dall’omonimo libro della scrittrice Lorenza Farina (edizioni Fatatrac), con Sabrina Mascia e Andrea Meloni. A partire dal mese di febbraio la compagnia ha concentrato le proprie energie nello studio, nella ricerca e nella messa in scena di vari steps facenti parte di un progetto dedicato al teatro satirico e umoristico. Il primo di questi step è rappresentato dal recital “Comédie Silencieuse” con in scena al Teatro Alkestis di Cagliari Andrea Meloni per la regia di Sabrina Mascia. Altro momento importante del progetto è stata la realizzazione, da marzo a giugno, del ciclo di seminari “Taccuini dall’immaginario”, percorso formativo e sperimentale sulla scrittura umoristica, finalizzato alla creazione di racconti e monologhi brevi per il teatro a cura di dell'attore Andrea Meloni che si è concluso il 28 maggio al Teatro Alkestis con la presentazione al pubblico degli elaborati dei partecipanti al seminario. Protagonista dei mesi di marzo e aprile è stata la ripresa della produzione “Le dieci massime” di e con Sabrina Mascia e Andrea Meloni, per la regia di Massimo Zordan. Lo spettacolo, che debuttò al Teatro Alkestis nel 2014, nel corso del 2015 è stato replicato in diversi mattinéè per le scuole di Cagliari e del suo hinterland e in serale per il pubblico dell’Alkestis, e ha inoltre debuttato a livello nazionale dal 25 al 29 marzo presso la Casa delle Culture di Roma, dove è stato tenuto anche il seminario gratuito di teatro Sociale e Teatro Educativo “La rosa del deserto” dai riti di passaggio ai laboratori di servizio, a cura di Andrea Meloni. Anche i mesi di maggio e settembre hanno visto protagonisti dei mattinée per le scuole con lo spettacolo “Storia dell’oca” facente parte del più ampio progetto di promozione del rispetto dell'infanzia e di contrasto alla violenza sui minori TI PARLO SE TU MI ASCOLTI a cura di Teatro Alkestis ed Emanuele Ortu, progetto destinato in particolare agli alunni delle classi prima e seconda della scuola media inferiore e ai loro insegnanti e genitori. Tra fine giugno e inizio luglio è andato in scena un ulteriore step del progetto dedicato al teatro satirico e umoristico: il recital “Un caso senza precedenti” di e con Andrea Meloni e la regia di Sabrina Mascia per proseguire poi, alla fine di agosto con il recital di e con Andrea Meloni dal titolo “Che vuoi mai” che ha debuttato in piazza San Giorgio ad Atzara (NU). A ottobre “Corpo, da veleno vinto”, produzione che debuttò al Teatro Alkestis nel 2011, è stata presentata in una nuova versione che ha visto in scena gli attori Andrea Meloni e Sabrina Mascia. Tra i mesi di novembre e dicembre ha debuttato a livello regionale (al Teatro Alkestis il 27 e 28 Novembre con tre repliche sold out) e nazionale (il 4 dicembre al Teatro Zelig di Milano) la nuova co-produzione di teatro-musica, ultimo step del progetto dedicato al teatro satirico, “L’Incantanebbia kabarett” di Andrea Meloni, regia di Sabrina Mascia e con Andrea Meloni e il trio Lanzoni (formato dai musicisti Alessandro Lanzoni, Matteo Bortone e Bernardo Guerra). In concomitanza al debutto dello spettacolo è stato messo in vendita anche il cofanetto (cd + libretto fotografico a cura di Stefano Fanni) in cui sono stati inseriti i brani musicali (interpretati nel cd da Alessandro Lanzoni, Matteo Bortone ed Enrico Morello) e i monologhi tratti dallo spettacolo. L’anno si è concluso con un reading natalizio dedicato ai bambini e agli adulti: “Grinch (dark christmas)”, con Andrea Meloni, Sabrina Mascia e la musica dal vivo di Mark Grace. Per quanto riguarda la formazione del pubblico, tra i mesi di febbraio e giugno è stato realizzato il laboratorio di formazione attoriale “Actor’s Training” diretto da Sabrina Mascia.


2016_____________

Sin dall’inizio del 2016 la cooperativa si è dedicata alla produzione e distribuzione dei propri spettacoli avendo cura, come di consueto, di prestare un’attenzione particolare anche agli studenti a partire da quelli frequentanti le scuole elementari fino a quelli delle superiori. Il mese di gennaio, infatti, si è aperto con dei reading in mattinée dedicati agli allievi e alle docenti delle scuole primarie dell’hinterland di Cagliari. In occasione della Giornata della Memoria, infatti, gli attori Sabrina Mascia e Andrea Meloni hanno presentato “Il volo di Sara” una lettura creativa per non dimenticare le vittime della Shoah. A febbraio lo spettacolo “Le dieci massime” di e con Sabrina Mascia e Andrea Meloni diretti da Massimo Zordan, è stato replicato al Teatro Electra di Iglesias per gli alunni delle scuole superiori dell’iglesiente. A fine mese la compagnia ha dato vita a una piccola tournée nazionale durante la quale la stessa produzione è andata in scena al Piccolo Teatro Patafisico di Palermo e, nel mese successivo, ha replicato al Teatro Alkestis di Cagliari per gli studenti delle scuole superiori dell’hinterland e in serale per il pubblico.
Dal 28 aprile al 2 giugno protagonista sul palco dell’Alkestis è stata la prima edizione del progetto triennale “Sound Around the Island – Music Made in Sardinia for Export” in collaborazione con Tàjrà. La rassegna composta da dodici appuntamenti musicali, suddivisi in sei serata a cadenza settimanale, ha visto protagonisti musicisti e cantautori provenienti da ogni parte della Sardegna che, attraverso i diversi generi musicali, hanno coinvolto il pubblico in momenti di riflessione su argomenti di attualità come disoccupazione, dipendenze e detenzione. Sul palcoscenico si sono alternati gli artisti Irene Loche, Joe and Missy, Gavino Riva, Gigi Marras e i Bufobaldi, Chichimeca, Nahui, Malignis Cauponibus, Joe Perrino, Perry Frank, Sanchez, Giacomo Casti, Arrogalla e Mario Brai.
Il 29 aprile sul palco dell’Alkestis ha debuttato “La cattiveria” con Andrea Meloni per la regia di Sabrina Mascia, primo studio che ha cercato di affrontare e capire il perché nella letteratura, nel cinema e nel teatro abbiamo bisogno di personaggi cattivi.
Da luglio a ottobre ha debuttato e replicato il nuovo reading “Katakombe Kabarett” nel quale, proseguendo il discorso avviatosi nel 2015 con “L’Incantanebbia kabarett”, satira e non sense, humor nero e grottesco sono stati i diversi stili comici in cui spaziano i monologhi e i dialoghi di questo reading pensato e creato appositamente per contesti non teatrali. Andrea Meloni e Sabrina Mascia, infatti, l’hanno portato in scena in diverse locations: il Bar Florio di piazza San Domenico a Cagliari, l’Anfiteatro all’aperto di Marina Piccola e il Teatro Alkestis.
Tra novembre e dicembre sono state varie le produzioni nuove e vecchie proposte al pubblico regionale e nazionale. “Immagina – Il nulla che incombe”, di e con Sabrina Mascia, Andrea Meloni, Marco Carlaccini e Patrizia D'Orsi, è la nuova co-produzione di Teatro Laboratorio Alkestis (Cagliari) e Compagnia Ginepro Nannelli (Roma) che ha debuttato il 12 novembre ospite della rassegna "10 spettacoli per un teatro" di 33 Officina Creativa di Toffia (RI). Lo spettacolo, presentato per l’occasione in forma di primo studio, è nato da una ricerca sul jazz con particolare riferimento all'improvvisazione, al ritmo e alla contaminazione sperimentati nel linguaggio teatrale.
Il 25 dello stesso mese la compagnia Alkestis ha debuttato al Teatro Studio Keiros di Roma dove ha messo in scena la nuova produzione “La crociata dei senza fede” che, dopo il positivo riscontro di pubblico e critica ottenuto con "L'Incantanebbia Kabarett" e “Katakombe Kabarett”, ritorna sulla scena con un lavoro ancora una volta ispirato al carattere del kabarett tedesco più impegnato della repubblica di Weimar con testi scritti da Andrea Meloni, interpretati dallo stesso autore e da Sabrina Mascia, che comprendono monologhi, dialoghi e canzoni, e includono dei piccoli tributi a tre grandi autori di satira della prima metà del '900: Karl Kraus, Kurt Tucholsky e Karl Valentin.
Nel mese di dicembre ha debuttato al Teatro Alkestis “Il bosco dei crimini” radiodramma teatrale di Andrea Meloni, con Sabrina Mascia e lo stesso Meloni, è uno spettacolo per bambini e adulti ispirato alla celebre favola dei fratelli Grimm Hansel e Gretel. Attraverso questo spettacolo la compagnia ha voluto mettere in rilievo le pulsioni e i pensieri più oscuri dell'animo, non allo scopo di produrre terrore, ma una certa attenzione su ciò che è meno nominato della nostra complessa e più interiore "umanità".
Il 20 dicembre al Teatro Alkestis e il 21 dicembre presso l’Istituto Comprensivo “Pietro Leo” di Arbus è stata rappresentata la lettura creativa per bambini e adulti “Grinch (dark Christmas)” di e con Sabrina Mascia e Andrea Meloni e con la musica dal vivo di Mark Grace. La lettura creativa, ispirata alla celebre fiaba del Dr. Seuss, ha fatto immergere adulti e bambini nel mondo dark del dispettoso Grinch che ha rubato il Natale fornendo così uno spunto di riflessione sulla commercializzazione e la materializzazione del Natale, atteggiamenti tipici della nostra era.
L’anno si è concluso al Parco S’Olivariu di Gonnesa (CI) il 28 dicembre con la messa in scena di una pomeridiana del reading “Katakombe Kabarett” ospite della compagnia Il Teatro del Sottosuolo.
Un occhio di riguardo si è avuto anche nella formazione del pubblico attraverso laboratori e workshop, quali la prima parte di “YUGEN o della grazia profonda" percorso di avvicinamento al linguaggio teatrale per principianti a cura di Sabrina Mascia e “IL METODO STRANISLAVSKIJ su se stesso” percorso di studio, sperimentazione e creazione scenica per un kabarett teatrale a cura di Andrea Meloni. Lo stesso Meloni ha anche condotto, dal 10 all’11 dicembre, “Il peggio branco” workshop intensivo sul teatro grottesco. Come di consueto durante tutto l’anno (anche nel periodo estivo) il Teatro Laboratorio Alkestis ha offerto anche il suo servizio di prime visioni di film di cinema d’essai.

2017_____________

L’anno 2017 è stato caratterizzato da diverse produzioni (nuove e repliche) e progetti, oltre che dalle consuete attività formative e cinematografiche. Il mese gi gennaio si è aperto con la messa in scena al Teatro Alkestis della produzione “La crociata dei senza fede” che ha replicato anche nei mesi successivi. In occasione della Giornale della Memoria venerdì 27 gennaio la compagnia Alkestis ha presentato agli alunni dell'Istituto Comprensivo "Pietro Leo" di Arbus la lettura creativa "Il volo di Sara". Dopo la prima annualità del progetto, realizzata dal 28 aprile al 2 giugno 2016, che ha rappresentato un’occasione di confronto e riflessione sui temi principali legati all’attualità, anche per il 2017 il Teatro Laboratorio Alkestis CRS, in collaborazione con la compagnia d’arte Circo Calumet e con l’associazione culturale Tàjrà, ha mantenuto l’appuntamento a cadenza settimanale del giovedì sera per presentare al pubblico la rassegna di musica dal vivo “Sound Around the Island – Novestorie”. A condurre le serate e a intervistare gli artisti in scena erano presenti Marco Noce e Francesca Salis con le interferenze di PapiroDDA (Paolo Pirodda). Protagonisti della rassegna: Beppe Dettori, Maurizio Corda, Nicola Di Bànari, Francesco Piu, Sandro Fontoni con Giuseppe Joe Murgia, Alberto Cabiddu, Andrea Meloni and his drinking buddies e Trigale. Nel mese di febbraio la compagnia ha presentato il reading teatrale basato su satira e non sense “Ritorno allo sgabello” presso Barbagia Ospitale Winebar Griglieria di Belvì (NU) in occasione della rassegna "Libros in butega". Ancora humor nero e grottesco per al centro di un’altra produzione teatrale: “KATAKOMBE kabarett", spettacolo pensato e creato appositamente per contesti non teatrali, che nel nome e nel genere riprende uno tra i più celebri locali di kabarett della Germania degli anni Venti e Trenta. Lo spettacolo tratta di temi universali e di stretta attualità grazie ai testi di Andrea Meloni. Per il teatro ragazzi è stato riproposto lo spettacolo “Storia dell’oca” di Michel Marc Bouchard con Sabrina Mascia ed Emanuele Ortu. Lo spettacolo affronta il delicato tema della violenza sui minori nel contesto familiare e fa parte del più ampio progetto di promozione del rispetto dell'infanzia e di contrasto alla violenza sui minori TI PARLO SE TU MI ASCOLTI a cura di Teatro Laboratorio Alkestis ed Emanuele Ortu. Nei mesi di ottobre e novembre è stata programmata la rassegna integrata di cinema e teatro “Walking in my shoes” dedicata al tema dell’intolleranza. All’interno della rassegna sono stati programmati 12 lungometraggi, talvolta accompagnati dalla presentazione di esperti del settore quali Gianni Olla (critico cinematografico), il dott. Alessandro Montisci (responsabile del CSM di Cagliari ovest) e il regista Peter Marcias. “IMMAGINA IL NULLA” di compagnia Ginepro Nannelli (Roma) e Teatro Laboratorio Alkestis, con Marco Carlaccini, Patrizia D'Orsi, Sabrina Mascia, Andrea Meloni, regia Marco Carlaccini, è uno spettacolo in cui quattro protagonisti giocano, si fermano, aspettano, cambiano gioco, cadono nel vuoto, ci riprovano con un altro gioco, di nuovo bloccati nel nulla. Alla fine sprigionano una energia di denuncia/reazione/provocazione: un messaggio di speranza nel pieno del "nulla che incombe". Nel mese di dicembre è andato in scena lo spettacolo “Persa Gentilezza” basato sul tema della violenza sulle donne. Lo spettacolo diretto da Andrea Meloni coadiuvato da Sabrina Mascia per la cura del movimento, è scritto da Elena Fogarizzu in scena con Marcello Palimodde, Anna Maria Pes, Mirko Marongiu e Silvana Meta. L’anno si è concluso al Teatro Alkestis con "Il bosco dei crimini" radiodramma teatrale di Andrea Meloni, con al microfono Andrea Meloni e alla consolle Sabrina Mascia. Il radiodramma è ispirato al racconto di magia "Hänsel e Gretel", la cui trama viene tesa fino ai limiti per cercare di mettere in rilievo le pulsioni e i pensieri più oscuri dell'animo, non allo scopo di produrre terrore, ma una certa attenzione su ciò che è meno nominato della nostra complessa e più interiore "umanità". Anche nel 2018 l’offerta formativa è stata varia: un nuovo ciclo di formazione per attori, basato sul teatro corporeo e diretto dall'attrice Sabrina Mascia dal titolo “Volevo scappare col circo” e un percorso di aggiornamento professionale dedicato a metodologie e tecniche di Teatro Sociale, “Dal rito al laboratorio di servizio”, diretto dall'attore Andrea Meloni e rivolto a professionisti e studenti universitari di ambito didattico, artistico, educativo e riabilitativo. Anche nel 2017 il Teatro Laboratorio Alkestis ha offerto anche il suo servizio di prime visioni di film di cinema d’essai. Le proiezioni giornaliere sono proseguite anche nei periodi festivi e estivo.

 

COLLABORAZIONI INTERNAZIONALI

Tra gli esperti internazionali con i quali il Teatro Alkestis ha collaborato ricordiamo: - Noburu Kobayashy, maestro scintoista del tempio di Ishikiri, Osaka (Giappone) - Yoshi Oida, attore di teatro giapponese da oltre vent'anni preparatore degli attori di Peter Brook - Hans Andrews, attore del Roy Art Theatre, esperto del canto con gli armonici - Margaret Pinkes, attrice e cantante del Roy Art Theatre - Mustafa Holat, maestro e danzatore dei Dervisci di Konya (Turchia) - Boris Moore, attore, danzatore e compositore del Roy Art Theatre - Rizard Cieslak, attore del Teatr Laboratorium di Jerzy Grottowsky - Zigmut Molik, attore del Teatr Laboratorium di Jerzy Grottowsky - Kaya Anderson, attrice e cantante del Roy Art Theatre - Ferdinando Longoni, M° di Tai Chi Ch'Uan e di antiche arti marziali giapponesi - Abl Ali Kan, M° di Tai Chi Ch'Uan - Abani Biswas, direttore artistico del Theatre House di Santiniketan (India) - James Slowiak, direttore artistico del New World Performance Laboratory (USA) - Mohssen Kasirossafar, M° percussionista persiano - John Kalamandalam, M° di teatro-danza Kathakali - Pey Jan Ling, attrice dell'Opera di Pechino - Alejandro Jodorowsky - Fernando Arrabal - Gerard Mordillat - Marc Chalosse - Alexandre Yterce - Andrè Labarthe - Evelyne Grossman - Serge Malaussena - Jacques Bailliart - Accademia d'Arte del Cairo - Silvère Lotringer - Rabie Salama - Moheb Saab - Doaa Teima - Mahmoud Imam - Mohamed Allam.

(Aggiornato al dicembre 2017).





English Curriculum

All web site are ownership of the author. It's forbidden any use and changes without the authorization of the owner. All Abuses will be legally pursued.